Programma Laboratorio di Batteria Metal Estremo

Il concetto di ‘estremo’, applicato nel contesto batteristico, offre un’apertura su più fronti; compito del docente, unitamente alla partecipazione attiva degli studenti, sarà proprio quello di affrontarli nel loro insieme.
L’esecuzione dello strumento, portata a velocità sostenute con costanza di volume, richiede innanzitutto un profondo ascolto del proprio corpo, ed è proprio ciò che permette di suonare con l’adeguato grado di rilassatezza e controllo.
Si andrà a lavorare in principio sull’isolamento dei movimenti nelle regioni più esterne del nostro corpo. Percepire e sfruttare il peso degli strumenti sotto le proprie mani/piedi, rispettivamente bacchette e pedali, è il giusto punto di partenza per far compiere a questi ultimi il grosso del lavoro, ed evitare così ripercussioni fisiche con il passare del tempo.
Postura, impostazione, impugnatura ed i sopracitati punti saranno alcuni degli elementi trattati nel corso. Un laboratorio insomma incentrato sulla batteria nel suo contesto estremo senza dimenticarsi di affrontare lo strumento a 360°.

Il laboratorio di batteria Metal Estremo prevede 2 incontri al mese, per una totalità di 3 ore suddivise in 2 lezioni da 90 minuti. La retta ammonta a 30€ al mese. Il prezzo è inteso a persona, per un minimo di 2 allievi
 

Per info e prenotazioni:
info@backbeatstudio.it
oppure telefona allo 06/95214421 o al 373/7426038

Curriculum Giulio Galati:
Figlio d’arte, fin da piccolissimo ha sempre dimostrato una forte passione per la batteria e le percussioni. A 10 anni d’età riceve il suo primo strumento semi-professionale, così come nello stesso anno inizia il percorso didattico con il maestro Armando Bertozzi.
Dai 14 ai 18 anni, grazie al corso di “Arti e Spettacolo” presso il Liceo Scientifico M.Azzarita prende lezioni con Stefano Rossini, aggiungendo così al proprio bagaglio stilistico un’impronta ed una consapevolezza ritmica e percussiva di stampo brasiliano/afro-cubana. A partire dal 19° anno d’età intraprende gli studi presso il Saint Louis College Of Music, seguito dal docente Daniele Pomo.
Nel 2013 lo studio assume uno stampo privato con il maestro Lucrezio De Seta, mentre a partire dal Novembre 2014 si iscrive e frequenta tutt’ora il corso di batteria jazz presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, seguito dal maestro Ettore Fioravanti.
Durante gli anni ho partecipa a diverse masterclass ed eventi musicali/batteristici quali l’edizione 2009 dell’Umbria Jazz festival, con corsi tenuti da Ron Savage ed altri insegnanti della Berklee College Of Music e l’annesso masterclass di tre giorni da parte di Horacio ‘El Negro’ Hernandez ed il percussionista Giovanni Hidalgo, le drum clinics di Thomas Lang, di George Kollias, Gavin Harrison e James Payne ed un corso di batteria jazz ddella durata di 7 giorni presso il Roccella Jazz Festival tenuto dal maestro Michele Rabbia.
Si specializza individualmente nell’ambito Metal Estremo a partire dal 2008, sotto l’influenza e l’ispirazione costante di stili diversi e disparati tanto quanto quella dei suoi batteristi di riferimento (George Kollias, Thomas Haake, Derek Roddy, Gavin Harrison, Dave Weckl, Aaron Thier ecc.).
Dopo 2 anni di intensa attività live su suolo italiano con i suoi precedenti progetti “Voron”, con cui registra un demo di tre brani, ed “In Case Of Carnage”, con il quale registra il primo EP “Medication Time”, izia a suonare con le band “Onryo”, “Ade” (per il cui ultimo disco “Spartacus” l’immenso George Kollias siede dietro le pelli) ed “Hideous Divinity” , con cui registra nel marzo 2014 il secondo fullenght “Cobra Verde”. Partecipa a diversi festival su suolo italiano e non come il Carnage Feast in Svizzera, fino a toccare in un tour di 12 giorni il suolo Ucraino e Russo, così come quello inglese. Nel 2013 entra a far parte della band “Germanotta Youth“, duo cyber-math-grindcore, registrando nell’immediato l’omonimo fullenght. Per il secondo anno di fila la nuova formazione visita i più disparati locali d’Europa e d’Italia in tour di 12 e più giorni o spostandosi per gruppi più ristretti di date sparsi durante l’anno. L’attività live cone le varie band si intensifica sempre più a livello quantitativo e qualitativo. Dall’inizio 2015 ad ora l’attività live supera le 50 date, avendo partecipato e partecipando assiduamente a tour/festival come il “Neurothic Deathfest” (Olanda), “Obscene Extreme” (Repubblica Ceca), Meh Suff (Svizzera), “Ludwigshafen” (Germania), “Kaltenbach” (Austria), “Gothoom” (Slovacchia) ecc.