La nostra Voce racconta molte più cose di noi di quante saremmo disposti a credere

Ogni Voce è unica e imparare a cantare significa entrare in contatto con le molte dimensioni della nostra personalità, perché solo attraverso una profonda conoscenza del nostro strumento possiamo aspirare ad avere quella consapevolezza che è la base dell’espressività. E l’espressività lascia il segno se è unica.

Quando si inizia un percorso formativo in Canto Moderno, ci si affida all’esperienza e alle capacità di un insegnante che dovrà essere bravo ad affiancare alla competenza tecnica, quella intelligenza emotiva utile ad individuare lo stile, il sound, l’identità, in altre parole l’anima della nostra vera Voce. Questa semplice riflessione è alla base dei miei convincimenti didattici e su questa fondo in larga misura la mia proposta formativa.

Sul piano tecnico sono convinto che la Voce sia a tutti gli effetti uno strumento dell’orchestra. Come tale il cantante dovrebbe avere conoscenza, competenza e consapevolezza del proprio strumento pari a quella di tutti gli altri musicisti.

La Voce infatti non dovrebbe avere un’applicazione “a orecchio”, al contrario, un’adeguata preparazione tecnica fornisce gli strumenti per usarla al meglio delle possibilità senza incorrere nel rischio che l’inconsapevolezza generi brutte prestazioni e conseguenze dannose per la salute.

Prenota la tua prima lezione di PROVA GRATUITA nella quale potrai conoscere il docente e valutare con lui il tuo livello di partenza e gli obiettivi da raggiungere.

CLICCA QUI PER PRENOTARE LA TUA LEZIONE DI PROVA GRATUITA!

Programma Corso di Canto

Il primo passo  del percorso didattico è rappresentato da un colloquio conoscitivo, in cui l’allievo/a incontra l’insegnante e illustra quali sono le ragioni che lo hanno spinto ad iscriversi ad un corso di Canto moderno e quali sono gli obiettivi che intende raggiungere. È necessario, già in questa fase, che l’allievo si faccia ascoltare per poterne riconoscere il livello, l’identità vocale e le eventuali competenze già acquisite, soprattutto nel quadro di una valorizzazione mirata al potenziamento delle specificità personali di ognuno.

Il Corso prevede una struttura articolata in  livelli progressivi (moduli), con l’obiettivo di formare cantanti che abbiano buona conoscenza della teoria musicale, profonda competenza con lo strumento voce ed una spiccata sensibilità musicale (in termini di consapevolezza del ruolo, capacità interpretative, valorizzazione di doti personali). Ogni modulo prevede quattro fasi (Scoperta, Studio, Tecnica, Repertorio) che corrispondono ai segmenti in cui è suddiviso il percorso didattico.

Nell’ambito di ogni modulo, la prima fase – quella della Scoperta – rappresenta il momento in cui vengono illustrati gli argomenti, con l’ausilio della didattica frontale e di materiale audio e video. A questa segue la parte teorico-pratica dello Studio, in cui viene introdotta e spiegata la tecnica di base del modulo di riferimento, che poi trova il suo compimento e la sua assimilazione nella successiva fase della Tecnica. Il Repertorio, ad ogni livello, viene concordato con l’allievo, ciò vuol dire che, nella giusta misura, si terrà conto dei gusti personali e della tipologia di percorso formativo su cui l’allievo stesso intende puntare.

Questo per riuscire a potenziare innanzitutto tendenze e curiosità insite nell’allievo/a per indirizzarle al conseguimento dell’obiettivo. La tipologia di repertorio studio non potrà prescindere dall’ascolto, dallo studio e dall’assimilazione di materiale – dagli standard alle interpretazioni più complesse – specifico per ogni singolo modulo, in modo tale che l’allievo non perda mai di vista la percezione del percorso didattico che sta compiendo, lungo l’asse “che cos’è (INTRODUZIONE TEMATICA) – come funziona, cosa si fa (CONOSCENZA) – come potrei farlo io (APPROPRIAZIONE) – ora lo faccio io (PRATICA)”.

PERCORSO DIDATTICO FORMATIVO PRO in CANTO MODERNO
Percorso formativo per la preparazione degli esami per il conseguimento della certificazione internazionale nel campo della Contemporary Popular Music (sezione Pop & Rock).

Il programma didattico è finalizzato alla prepararazione degli esami di certificazione BTEC level 3 e level 5 in Music o Music Technology rilasciate direttamente da Pearson (Ente certificatore riconosciuto dall’ente pubblico Britannico OFQUAL, deputato al controllo delle certificazioni nel Regno Unito). Il percorso, tenuto da docenti educator riconosciuti e selezionati da MAN – Music Academies Network, consente di affrontare i diversi livelli in cui la didattica è suddivisa, con punti di valutazione, per livello. Il percorso formativo è ora disponibile presso il BackBeat Studio. gli esami si sostengono nelle sedi autorizzate MAN – Music Academies.

La certificazione ha valore legale, consentendo così a tutta la Musica di essere interpretata non solo come Arte, ma anche con la titolarità che merita. Il titolo acquisito potrà inoltre essere utile nel corso della carriera universitaria – grazie all’assegnazione di crediti formativi – e per proseguire il proprio percorso di studio in Italia e all’estero.

Curriculum Gabriele Giorgi
Gabriele Giorgi, nato a Roma nel 1979, si avvicina alla Musica in tenera età cominciando a studiare le tastiere. Si appassiona al Canto e negli anni approfondisce lo studio con docenti quali Fulvio Tomaino, Crystal White e Mary Setrakian. Si dedica anche allo studio della composizione e arrangiamento che lo porta a frequentare numerosi corsi, tra cui l’Accademia di Sanremo, con insegnanti del calibro di Franco Mussida, Fio Zanotti, Giovanni Allevi, Andrea Rodini e molti altri. Frequenta seminari per l’insegnamento della didattica musicale e si accredita come docente per la didattica “Vocals” del Trinity College of London presso Music Academy Italy, con cui ora collabora. Cantante e frontman versatile, inizia il suo percorso artistico in alcune band rock con cui si fa le ossa sui palchi della scena romana. Con la band “Torquemada” tra il 2001 e il 2004 realizza un EP con la produzione artistica di Tony Carnevale (Banco del Mutuo Soccorso, Patty Pravo, Anonimo Italiano, etc…) e diverse decine di concerti su tutto il territorio italiano.
Nel 2005 è membro fondatore degli “Audiomatica”. Con questa band intraprende un percorso artistico più articolato che lo porta a pubblicare l’album d’esordio “Controfase” (U.d.U. Records, 2008) con un tour nazionale di 34 date e diverse partnership radiofoniche locali e nazionali. L’album successivo è “Olio Su Tela” (Orange Park Records, 2010), che ha portato la band in tour per tutto il 2011 con date in Italia e Slovenia. Da questo periodo la band può avvalersi di una buona diffusione radiofonica (Isoradio, Radio1Rai, Radio Italia Network, Radio Rock Italia e diverse radio locali) e della partnership di Music Box di Sky. Nel 2013 gli Audiomatica pubblicano “Pachamama” (Orange Park Records, 2013), album di stampo ambientalista in collaborazione con Greenpeace. Segue un tour nazionale di 17 date.
Dal 2007 partecipa come Vocalist in diversi progetti semiacustici.
All’attività artistica unisce un’intensa attività didattica (BackBeat; Groove Art Scuola di Musica; L’Esacordo; A.C. Kaos; Ass. Cul. CoolTour@; Music Academy Italy) e di Produzione artistica presso Orange Park Records di Roma.
Dal 2014 è membro della Giuria di Selezione e Valutazione del noto “Tour Music Fest”, con Mogol Presidente di Giuria.